Torna indietro


Il melone invernale
Comprensivo “Bagolino” , Alcamo (TP)

Il melone invernale è un frutto molto buono, gustoso e salutare. Esistono diverse varietà di meloni, differenti per colore, dimensioni e gusto del frutto, tra questi ricordiamo il “purceddu di Alcamo” (presidio Slow Food). Si ritiene che il melone sia originario dell'Iran e della zona caucasica e che successivamente sia stato introdotto in Italia. In Sicilia, secondo alcuni storici, le prime coltivazioni risalgono al 1600 nelle zone di Alcamo e Paceco. Il frutto del melone è voluminoso, di forma ovale o tondeggiante, la sua buccia può essere liscia o rugosa, di colore giallo o verde scuro. La polpa varia dal bianco all'arancio ed è succosa e molto profumata quando raggiunge la giusta maturazione. Dal punto di vista nutrizionale, come tutti i frutti delle cucurbitacee, il melone è un alimento poco energetico, costituito da acqua per oltre il 90 per cento, di carboidrati per circa il 7,5 per cento e da quantità trascurabili di lipidi e proteine. Pertanto, è indicato sia nelle diete dimagranti sia per soggetti diabetici. Inoltre, le fibre che contiene lo rendono adatto a contrastare la vita sedentaria e ad aiutare la pigrizia degli intestini. E' anche leggermente diuretico e rinfrescante, e indicato a chi soffre di anemia per il suo contenuto di ferro. Il melone, inoltre, si caratterizza per una grande ricchezza di sali minerali, di vitamina A e C. Il melone invernale si può mangiare come antipasto, insieme a prosciutto o ad altri salumi, o si può utilizzare per la preparazione di macedonie di frutta, dolci, confetture, sorbetti, gelati o frullati.

Mauro Bonanno, Girolamo Mustazza III A